E davanti il mare

E davanti il mare

Oscar Clo 14,00 

Non disponibile

Incipit Dedicato a mio padre e a mia madre che mi hanno regalato la vita e insegnato ad usarla mio figlio che mi ha spinto a imparare cose nuove quando non credevo più di esserne capace mia moglie in particolare, per i trent’anni di percorso insieme, sperando continui fino all’altra sponda del nostro mare, insieme…...

Categoria: Poesia Collane: Poesia

Incipit

Dedicato a mio padre e a mia madre che mi hanno regalato la vita e insegnato ad usarla mio figlio che mi ha spinto a imparare cose nuove quando non credevo più di esserne capace mia moglie in particolare, per i trent'anni di percorso insieme, sperando continui fino all'altra sponda del nostro mare, insieme...

Quarta di copertina

In precario equilibrio sul tempo, ravvivato il mio fuoco d'un sospiro d'aria nuova, cammino a piedi nudi su questa terra ...e davanti il mare

Recensione

Ho un nome lungo e sgraziato e avrei voluto chiamarmi Oscar Clò: lui lo sa, perchè ogni volta che vado a casa sua a mangiare i tortelli glielo dico. I tortelli della signora Clò, che sono poesia, mi sono sempre sembrati la cosa più assimilabile alle poesie del marito: opere concrete e profumate, costruite secondo l'antica ricetta del buon gusto e del buon senso. Leggere Clò significa sprofondare come d'incanto in una materia dolce e carnosa, nella terra bagnata della sua campagna, asciugare le grinze dello spirito al sole pulito del ricordo, e d'improvviso scoprirsi nell'unico futuro che abbia un senso, quello che non ha bisogno di tagliare le radici ma è prolungamento equilibrato e limpida tensione esperenziale, dissodamento quieto di un sostrato eterno. Ecco perchè ogni sua lirica è un passo ed ogni passo è a piedi nudi. Con là davanti il gran mare che spaventa e nello stesso tempo ossigena la mente. Il sale di quel mare brilla a vuoto per chi non sa ascoltarlo con tremore. Basta comunque la freschezza di una frase, di un'attesa, lo specchio di una goccia di rugiada per darsi la risposta che più conta: sono vivo, e dico 'un mio qualcosa', anche se non so 'per chi'. Ma se è vero che 'ogni battito d'ali allontana la morte', so però perchè. Emilio Rentocchini febbraio 2008
Anno : 2008
ISBN : 9788889080627
Pagine : 197
Oscar Clo

Oscar Clo' è nato nel 1954 a Campogagliano (MO) dove tuttora vive e lavora conducendo un'azienda agricola. Leggere Clò significa sprofondare come d’incanto in una materia dolce e carnosa, nella terra bagnata della sua campagna, asciugare le grinze dello spirito al sole pulito del ricordo, e d’improvviso scoprirsi nell’unico futuro che abbia un senso, quello che non ha bisogno di tagliare le radici ma è prolungamento equilibrato e limpida tensione esperenziale, dissodamento quieto di un sostrato eterno. Ecco perchè ogni sua lirica è un passo ed ogni passo è a piedi nudi. Con là davanti il gran mare che spaventa…

Vai All'autore

Ultime uscite

Angelo Paganelli. Un “Roccheggiante” all’oratorio a cura degli amici dell'Oratorio Don Bosco di Sassuolo 20,00 

Non disponibile

A scena aperta. Passato presente e futuro del Teatro Carani Fabrizio Ceccardi 22,00 
L’intruso Daniele Francesconi 18,00 
QB – Quaderni della biblioteca. Autori Vari 38,00 
Sul filo dell’equilibrista Claudio Gavioli 20,00 
Non dargli un nome Elena Bellei 18,00 
FERRARI. LA REALIZZAZIONE DI UN SOGNO. Progetti incredibili e aneddoti indimenticabili. Fosco De Silvestri, Leo Turrini 22,00 
PREFERISCO DIRE SÌ. COME AL VENTO LE COROLLE Antonella Kubler 10,00 
Varana nel suo archivio storico parrocchiale Gian Luigi Giacobazzi 25,00