Soldati per conto nostro

Soldati per conto nostro

Francesco Genitoni 18,00 

Incipit Dopo aver vinto l’Oscar con il film Schindler’s list, il grande cineasta americano Steven Spielberg avviò un altro progetto legato alla catastrofe dell’Olocausto: raccolse in video tutte le testimonianze dei superstiti. È un dovere morale, spiegò il regista, nei confronti delle nuove e nuovissime generazioni: debbono sapere cosa è accaduto nel cuore dell’Europa nella...

Categoria: Storia locale Collane: Biasin

Incipit

Dopo aver vinto l'Oscar con il film Schindler's list, il grande cineasta americano Steven Spielberg avviò un altro progetto legato alla catastrofe dell'Olocausto: raccolse in video tutte le testimonianze dei superstiti. È un dovere morale, spiegò il regista, nei confronti delle nuove e nuovissime generazioni: debbono sapere cosa è accaduto nel cuore dell'Europa nella prima metà del Novecento e debbono saperlo da chi ha vissuto l'immane tragedia. Ecco, io credo che il bel libro di Francesco Genitori, riproposto in coincidenza con il settantesimo anniversario della Liberazione, possa un po' colmare una lacuna tutta italiana (e sassolese, si capisce). Nel senso che uno Spielberg in casa non ce lo abbiamo e infatti nessuno ha seriamente pensato di archiviare 'in digitale' la memoria di quanti, sull'uno e sull'altro fronte, presero parte del dramma glorioso della Resistenza. Leo Turrini.

Quarta di copertina

Soldati per conto nostro è una ricostruzione polifonica delle lotte di cui furono protagoniste non solo le formazioni armate ma anche i civili, i sassolesi e le popolazioni della valle del Secchia. Il libro ha il merito di aver affiancato alla considerazione attenta della "guerra di resistenza" cioè della resistenza armata, seppur ampliata ai vari apporti dei 'non militari', un precoce interesse alla "resistenza alla guerra". Il rifiuto della guerra, la renitenza alla leva, la disobbedienza all'obbligo di combattere, il sottrarsi alle leggi e alle regole del regime sono tanti comportamenti che riconosciamo comuni alle genti di montagna e alla popolazione sassolese che si saldano alla lotta di liberazione. Antonia Bertoni Presidente ANPI.
Anno : 2015
ISBN : 9788896855935
Pagine : 393
Francesco Genitoni

Nato nel 1951, in precedenza ha pubblicato un saggio storico sulla Resistenza nella Valle del Secchia (Soldati per conto nostro, Vangelista 1989), un racconto per ragazzi (Ruscello Bello si innamora, Einaudi 1995) e un paio di romanzi (Carte della Delizia, Diabasis 2002; Il tempo forse, Aliberti 2004). Le poesie erano comparse finora, e solo in parte, su antologie e riviste.

Vai All'autore

Stesso autore

Un’anima sola. Roberto Costi, il Teatro Carani e Sassuolo. Francesco Genitoni 18,00 
In viaggio con Eleonora Francesco Genitoni 13,00 
Da una vita frammentaria Francesco Genitoni 14,00 
Il vino della luna (con DVD) Francesco Genitoni 45,00 

Ultime uscite

A spasso con Nello. Guida narrata di Reggio Emilia Massimo Montanari e Gigi Cavalli Cocchi 30,00 
Angelo Paganelli. Un “Roccheggiante” all’oratorio a cura degli amici dell'Oratorio Don Bosco di Sassuolo 20,00 

Non disponibile

A scena aperta. Passato presente e futuro del Teatro Carani Fabrizio Ceccardi 22,00 
L’intruso Daniele Francesconi 18,00 
QB VOL 10. Piazza Grande Daniele Francesconi 38,00 
Sul filo dell’equilibrista Claudio Gavioli 20,00 
Non dargli un nome Elena Bellei 18,00 
FERRARI. LA REALIZZAZIONE DI UN SOGNO. Progetti incredibili e aneddoti indimenticabili. Fosco De Silvestri, Leo Turrini 22,00 

Non disponibile

Chiedi chi era Roberto Serio Fosco De Silvestri, Leo Turrini 18,00 
PREFERISCO DIRE SÌ. COME AL VENTO LE COROLLE Antonella Kubler 10,00